Contenuto principale

Credito Scolastico

TABELLA DI ATTRIBUZIONE DEI CREDITI SCOLASTICI

CLASSI TERZE - QUARTE - QUINTE

MEDIA DEI VOTI

CREDITO SCOLASTICO (Punti)

 

III anno

IV anno

V anno

M = 6

3 - 4

3 - 4

4 - 5

6 < M 7

4 - 5

4 - 5

5 - 6

7 < M 8

5 - 6

5 - 6

6 - 7

8 < M 9

6 - 7

6 - 7

7 - 8

9 < M 10

7 - 8

7 - 8

8 - 9

 

 M rappresenta la media dei voti conseguiti in sede di scrutinio finale di ciascun anno scolastico. Il credito scolastico, da attribuire nell’ambito delle bande di oscillazione indicate dalla tabella, va espresso in numero intero e deve tenere in considerazione, oltre la media M dei voti, anche l’assiduità della frequenza scolastica, l’interesse e l’impegno nella partecipazione al dialogo educativo e alle attività complementari ed integrative ed eventuali crediti formativi. Il riconoscimento di eventuali crediti formativi da parte del Consiglio di Classe non può in alcun modo comportare il cambiamento della banda di oscillazione corrispondente alla media M dei voti

 

Alla fine di ogni anno scolastico viene attribuito agli studenti delle classi terze, quarte e quinte un credito scolastico, cioè un patrimonio di punti, che contribuisce a determinare il punteggio finale dell’ Esame di Stato.

Tale punteggio esprime:

- Il grado di preparazione complessiva raggiunto da ciascun alunno, con riguardo al profitto (media  dei voti)

-eventuali crediti formativi

 

L’attribuzione dei crediti formativisi verifica quando:

Lo studente acquisisce esperienze al di fuori della scuola di appartenenza in ambiti e settori della società civile legati alle attività culturali, artistiche e ricreative, alla formazione professionale, al lavoro, all’ambiente, al volontariato, alla solidarietà, alla cooperazione, allo sport (a livello regionale).

 La documentazione relativa alle esperienze valutabili come crediti formativi deve consistere in ogni caso in un’attestazione proveniente da enti, associazioni, istituzioni presso i quali il candidato ha realizzato le esperienze, contenente una sintetica descrizione delle stesse: la documentazione va presentata al coordinatore di classe  entro il 6 maggio 2014.

 

N.B. E’ Il Consiglio di Classe che valuterà se le esperienze fatte sono qualificate e di rilevante significato, il credito formativo va inglobato nel credito scolastico e non permette di superare la banda di oscillazione (molto stretta: un punto) che viene definita dalla media dei voti di profitto.